Spit Bite, 1° Edizione del concorso internazionale per le arti grafiche e le tecniche calcografiche no-toxic

L’associazione culturale Galleria 291 Est e il laboratorio di calcografia Galleria 291 Inc di Roma, indice la 1° Edizione del concorso internazionale per le arti grafiche e le tecniche calcografiche no- toxic SPIT BITE.

Lo scopo del progetto è di dare ospitalità ad artisti/ricercatori italiani e internazionali, offrendo loro uno studio/laboratorio per sviluppare tesi artistiche, pratiche e teoriche, confrontandosi con nuovi strumenti fino ad ora poco diffusi nel territorio ITALIANO.

Il concorso è aperto a tutti gli artisti e ricercatori operanti nel settore delle arti incisorie, nello specifico delle tecniche calcografiche.

SPIT BITE si propone di valorizzare e promuovere la ricerca artistica nel campo della grafica d’arte attraverso un periodo di residenza e workshop a Roma, attuando una modalità di lavoro che permette di avvalersi di uno spazio attrezzato per la stampa e per l’utilizzo tanto delle tradizionali quanto delle sperimentali tecniche incisorie, con particolare attenzione all’utilizzo dei prodotti non toxic.

La residenza avrà luogo a Roma tra il 15 Ottobre e il 15 Novembre 2014.
Il concorso intende ospitare tre artisti per un periodo della durata di un mese, dando loro la possibilità di realizzare un progetto all’interno del laboratorio calcografico messo a disposizione da Galleria 291Inc.

L’offerta comprende un workshop incentrato sull’utilizzo di tecniche non toxic, al fine di sviluppare nuovi sistemi di lavoro che si avvalgono di materiali e attrezzature sicure, atte a ridurre al minimo i rischi per la salute e l’ambiente, ma che contemporaneamente ampliano le possibilità espressive.

Alla fase di creazione seguirà un momento espositivo della durata di 2 settimane, inserito all’interno della programmazione espositiva della Galleria 291 Est.

Sostenendo l’artista in tutte le sue fasi, dalla fase creativa ed espositiva a quella di produzione e di laboratorio, il bando intende sviluppare una nuova modalità di intendere la relazione tra Artista, produzione e Galleria.

Il progetto da cui nasce il concorso SPIT BITE si rivolge a chi lavora nel campo delle tecniche calcografiche e percepisce con sensibilità i problemi del mondo moderno, nonché della salute personale, ricercando soluzioni diverse senza rinunciare al linguaggio proprio della grafica originale d’arte.
Nuovi materiali e metodi per l’incisione e la stampa d’arte, detti comunemente non toxic ,sono il punto di partenza per una riflessione più ampia e attenta sulla responsabilità e la possibilità di utilizzare in forma nuova il linguaggio originario della grafica d’arte.

Il materiale inviato dai candidati vincitori verrà inserito nell' Archivio “291 residenze”, destinato a raccogliere tutta la documentazione inerente l’attività degli artisti partecipanti, compresa quella prodotta durante il periodo di residenza.

COMITATO SCIENTIFICO
Vania Caruso (Italia, Direttore Artistico Galleria 291Est)
Roberto D’Onorio (Italia, Curatore)
Rita Morena (Italia, Incisore presso l’IstitutoPoligrafico e Zecca dello Stato)
Riccardo Ajossa (Italia,artista, docente presso l’Accademia di Belle Arti di Roma)
Hayk Grigoryan (Armenia, Artista, Incisore)

INC. è un progetto dell’Associazione Culturale Galleria 291 che si avvale della preziosa collaborazione di professionisti del settore. Il laboratorio offre l’opportunità di avvalersi di uno spazio attrezzato sia per la stampa che per l’utilizzo di nuove e tradizionali tecniche incisorie.
Galleria 291 INC. dà la possibilità di potersi accostare alla calcografia attraverso la pratica di una delle discipline più antiche e nobili come il bulino. Allo stesso tempo si ha come obiettivo quello di promuovere feconde contaminazioni tra la grafica tradizionale, la fotografia e l’elaborazione digitale.
Il laboratorio è attrezzato per l’utilizzo dell’intaglio-type oltre ad essere naturalmente applicate tutte le tecniche di incisione indiretta, ma con un importante elemento di novità: l’eliminazione delle sostanze tossiche presenti negli studi tradizionali. La sfida attuale consiste nella sostituzione dei materiali nocivi alla salute con prodotti di nuova generazione a base acrilica, trattabili semplicemente con acqua e sapone. Si tratta di un’importante rivoluzione con la precisa volontà di abbracciare un movimento globale motivandolo – cosa non secondaria – con una coscienza ambientalista.

Galleria 291 Est
Via dello Scalo S. Lorenzo, 45
00185 Rome, Italy
http://www.galleria291est.com/spitbite.html

Random Posts

Rispondi